Zooantropologia

In molti paesi e università c'è una crescente attenzione per lo studio dell'interazione e della convivenza tra gli animali umani e gli altri animali. Una crescente consapevolezza della complessità delle nostre relazioni con gli altri animali sta prendendo piede, in quanto abbiamo una crescente conoscenza dei variegati mondi della vita animale, delle loro culture diverse e diverse biologie. L'applicazione di queste conoscenze nelle attività quotidiane, con valori e norme in cambiamento per un futuro etico e sostenibile per l'ambiente e gli animali, richiede un continuo scambio attraverso confini multi-disciplinari. La zooantropologia è una disciplina che è sviluppata grazie al contributo di diverse aree di studio, per quanto riguarda lo sviluppo del nostro rapporto con gli altri animali. Si tratta di una disciplina post-umanistica ed anti-specista e quindi entra in una categoria diversa dagli altri modelli di interazione con gli animali. Essa indaga i fenomeni di relazione tra animale e umano . La zooantropologia applicata, trasforma i concetti teorici in pratica nelle attività quotidiane, per migliorare la qualità della relazione, per risolvere i conflitti di relazione e per sviluppare qualità di vita per tutti gli animali, inclusi gli animali umani, attraverso il paradigma affiliativo-cognitivo. La zooantropologia applicata ha le sue radici nel campo scientifico della etologia cognitiva, con l'animale visto come soggetto ed essere senziente, con un proprio mondo di percezione fisico, emozionale, affettivo e cognitivo. Per lo sviluppo di qualità di vita negli animali, è necessario creare questo tipo di consapevolezza, considerando l'animale con le sue coordinate innate cognitive. Ciò consente di prendere maggiore spazio per una nuova comprensione e per nuovi valori nella nostra convivenza con gli altri animali, non limitato dal peso e dalla resistenza del mondo convenzionale, ma ispirato alle nuove possibilità che questa nuova comprensione crea.